Alpes en guerre / Alpi in guerra 1939-1945

Torino, Museo Diffuso della Resistenza 5 dicembre 2003 – 2 maggio 2004

Alpi_in_guerraL’idea di considerare le Alpi occidentali come un solo e unico territorio da studiare e indagare ha rappresentato un approccio che ha suscitato un grande interesse presso studiosi e conservatori di musei francesi, svizzeri e italiani.

Per questo il Muséé de la Résistance et de la Déportation de l’Isère, l’Istoreto, l’Istituto storico della Resistenza e della società contemporanea in Valle d’Aosta e l’Isalp-Istituto di storia delle Alpi di Lugano hanno deciso di collaborare alla realizzazione di una mostra sulle regioni transfrontaliere alpine occidentali nella seconda guerra mondiale e nella Resistenza con l’intento di andare oltre le prospettive storiografiche nazionali e di considerare quelle regioni nel loro insieme.

La mostra bilingue (italiano e francese) ha rappresentato il primo risultato della collaborazione tra amministrazioni e istituzioni scientifiche del Piemonte, Valle d’Aosta, Provincia di Imperia e regioni frontaliere della Francia e della Svizzera, che ha dato vita al progetto Interreg/Alcotra “Memoria delle alpi /Mémoire des Alpes”

Allegati:

Presentazione della mostra e materiali vari [Pdf]

Riproduzione digitale del libretto “Alpi in guerra 1939-45” [Pdf]

Galleria d’immagini della mostra

Questo sito web utilizza i cookie per le statistiche e per personalizzare la navigazione. Scopri come disattivare o cancellare i cookies di eventuali terze parti non installati direttamente sul sito Disabilito

Le impostazioni di questo sito web sono predisposte per "permettere ai cookie" di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continuate nella navigazione senza modificare le vostre impostazioni dei cookie o cliccate sul pulsante "accetto" più in basso, allora acconsentite alla suddetta "cookie policy".
E' possibile disattivare o cancellare i cookies di eventuali terze parti non installati direttamente sul sito alla pagina Privacy e cookie policy

Chiudi

Con il contributo di