Unvedi che storia!  6^ conferenza annuale  dell’AIPH (Associazione Italiana di Public History)  

Roma, Università di Roma 3, qui tutte le info

 

Istoreto  propone il panel  Il passaggio del testimone. Condividere conoscenza e memoria della Shoah. (Panel 8B  11 giugno 2024 – ore 11.30  – Aula 2 italianistica)

Il pane è coordinato da  Enrica Bricchetto (Istoreto) e vi partecipano:

  • Claudia Abbina (Comunità ebraica di Torino), Da Memorie di famiglia al passaggio del testimone
  • Anna Foa (Sapienza Università di Roma), Condividere per conoscere: la ricerca tra storia e microstoria
  • Marina Sabatini (MEIS – Museo nazionale dell’Ebraismo e della Shoah), Il ruolo del Museo nella responsabilità della Memoria
  • Enrica Bricchetto (Istoreto), La costruzione del portale: una proposta didattica in prospettiva della Public History

Questo panel intende rispondere alla domanda: come rendere significativa una testimonianza sulla persecuzione di ebrei nel tempo della seconda guerra mondiale per studentesse e studenti di oggi? Sullo sfondo la convinzione che debbano convivere conoscenza storica, narrazione, rapporto con la memoria e legame con il tempo presente.

Se il passato può essere compreso a partire  dal presente,  il presente che interroga il passato oggi  è quello dell’onlife e  della società dell’algoritmo, in cui rimbalzano opinioni e informazioni che alimentano stereotipi e luoghi comuni. Anche rispetto alle persecuzioni e alla Shoah, circolano  contenuti non attendibili, banalizzanti o apertamente razzisti e, spesso,  l’approccio emotivo prevale. Un rapporto stretto con la fonte appare, quindi, determinante per conoscere e per costruire l’Historical Thinking: “pensare storicamente” significa applicare sempre il metodo storico di ricerca e di indagine di fronte alle notizie, quindi a ciò che il presente propone.

Per rispondere e per discutere la questione questo panel propone un percorso tutto interno alla Public History fin dall’inizio: dal progetto Memorie di famiglia – nato all’interno del Centro di studi ebraici “Il Pitigliani” per contribuire a trasferire alle nuove generazioni  la memoria della Shoah, attraverso la ricerca e la rilettura di memorie familiari – alla costituzione di un archivio di memorie prima piemontesi e ora nazionali, organizzate in un portale, sul quale è possibile fare ricerca e realizzare attività didattiche e stare dentro una community. Il percorso è frutto della collaborazione tra la Comunità ebraica di Torino, Comitato Resistenza e Costituzione della Regione Piemonte, Istoreto, Centro ebraico italiano Il Pitigliani e il Meis – Museo Nazionale dell’Ebraismo e della Shoah.

Partecipate!

 

 

Questo sito web utilizza i cookie per le statistiche e per personalizzare la navigazione. Scopri come disattivare o cancellare i cookies di eventuali terze parti non installati direttamente sul sito Disabilito

Le impostazioni di questo sito web sono predisposte per "permettere ai cookie" di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continuate nella navigazione senza modificare le vostre impostazioni dei cookie o cliccate sul pulsante "accetto" più in basso, allora acconsentite alla suddetta "cookie policy".
E' possibile disattivare o cancellare i cookies di eventuali terze parti non installati direttamente sul sito alla pagina Privacy e cookie policy

Chiudi

Con il contributo di