Alternanza scuola – lavoro

L’OFFICINA DELLA MEMORIA. Percorsi di alternanza scuola lavoro sui beni culturali

La proposta messa a punto dalla Rete degli Archivi della Scuola, unitamente a Soprintendenza Archivistica, USR Piemonte e Istoreto, si rivolge agli Istituti secondari superiori per le esperienze di Alternanza Scuola Lavoro previste a livello ordinamentale per il triennio superiore a partire dall’anno scolastico2015/16 (classi terze superiori).

Il progetto è scandito su base triennale e prevede moduli di base (c.a 30 ore) suddivise in tre fasi condotte da esperti  in collaborazione con i docenti interni delle classi coinvolte.

Il progetto, in sede di prima attuazione, è stato adottato l’anno passato da tre scuole aderenti alla Rete degli Archivi della Scuola, capeggiata dall’IIs Sella, che vi hanno indirizzato 7 classi. Si tratta degli Istituti IIS Sella-Aalto-Lagrange, IIS Avogadro, Liceo Gioberti.
Il corso è stato realizzato tra il febbraio 2016 e i primi di giugno.

Per l’anno scolastico corrente è in corso la prosecuzione dell’esperienza per le stesse classi, giunte in quarta, e la riedizione del progetto dedicato alle classi terze secondo il programma qui allegato.

L’attuazione del corso per l’anno scolastico corrente è affidata all’Istoreto sulla base di una convenzione sottoscritta tra le scuole aderenti e l’Istituto. A definire una cornice che delimiti il campo delle attività di alternanza relative ai beni culturali è stato firmato un protocollo d’intesa tra gli Enti sopra elencati.

Oggetto e finalità del progetto

In ragione delle funzioni esercitate, la scuola è depositaria di beni archivistici, librari e museali (quali le raccolte scientifiche) che fanno parte a pieno titolo del patrimonio culturale del Paese, testimoni del processo di formazione di generazioni di Italiani nel corso della storia post-unitaria e, in qualche caso, dei secoli che l’hanno preceduta.

L’educazione ai beni culturali rappresenta nel nostro Paese una necessità per rendere consapevoli i ragazzi in formazione dell’importanza di tale ricchezza, cominciando sin dai banchi di scuola ad apprezzarla e a riconoscerla. I beni culturali rappresentano un bacino di occupazione importante, che si correda di articolati percorsi formativi post secondari, comprensivi dei beni archivistici, librari e museali.

Inoltre l’argomento della gestione di masse di dati, schedati e elaborati su supporti digitali, è un tema di attualità che attraversa l’intero settore dei beni culturali e lo travalica, interessando, nei suoi aspetti pratici, l’attività ordinaria di ogni ambito professionale, sia esso commerciale, artigiano o industriale, per l’amministrazione delle aziende, delle pubbliche amministrazioni e dei rapporti con l’utenza.

Finalità del progetto è dunque di informare e orientare sulle peculiarità e le funzioni del patrimonio culturale in possesso della scuola o di enti e istituzioni esterni alla scuola e formare alla gestione di tali beni con strumenti off-line e on-line. In particolare l’applicazione di strumenti e ambienti digitali alle tradizionali discipline del campo documentale consentirà di avviare gli allievi al più generale tema del flusso e della gestione di dati.

Questo sito web utilizza i cookie per le statistiche e per personalizzare la navigazione. Scopri come disattivare o cancellare i cookies di eventuali terze parti non installati direttamente sul sito Disabilito

Le impostazioni di questo sito web sono predisposte per "permettere ai cookie" di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continuate nella navigazione senza modificare le vostre impostazioni dei cookie o cliccate sul pulsante "accetto" più in basso, allora acconsentite alla suddetta "cookie policy".
E' possibile disattivare o cancellare i cookies di eventuali terze parti non installati direttamente sul sito alla pagina Privacy e cookie policy

Chiudi

Con il contributo di